Vacanza familiare, con cuginanza.

Spesso e volentieri non servono pretesti per stare in famiglia e proprio per questo i miei cugini di Milano sono venuti a trovarci per un breve ma lietissimo periodo.

E’ sempre bello avere familiari a casa perché per un pretesto o un’altro si tende sempre a fare cose nuove ed esplorare nuovi luoghi in buona compagnia.

In questo caso sono venuti a farci visita soltanto due dei miei tre cugini, Cristina e Nicolò, ma forse a breve per la mia laurea potrebbero venirmi a trovare tutti. Lo spero davvero!

Però non fermiamoci su speculazioni e iniziamo questo piccolo diario di quei giorni.

Giorno 1.

Il primo giorno (ma il secondo dal loro arrivo) abbiamo direzionato i nostri impegni verso Ottaviano, la fermata della metro, prima di tutto per rifocillarsi e poi per accompagnare mia sorella Gaia dal dermatologo per poi successivamente avere la malsana idea di percorrere da San Pietro fino al Colosseo, in bici!

Per chiunque non fosse di Roma sicuramente starà pensando che sia stato un tragitto piacevole e interessante per le vie della città eterna, ma per chi fosse di Roma si sarà già messo le mani tra i capelli (adesso sono sicura al 100% che non riproverò l’esperienza).

Sicuramente l’orario che abbiamo scelto non è stato dei più indicati ma la situazione non sarebbe cambiata di molto se ci fossimo andati di pomeriggio anziché la mattina.

Comunque è stato un episodio assolutamente divertente da condividere con loro.

giorno 1.jpgGiorno 2.

Il secondo giorno l’abbiamo dedicato al rilassarci con un pò di shopping, un bagno al mare e la sera a festeggiare il compleanno di mia madre.

Sapete che io sono una fan dello shopping sfrenato e in compagnia e approfittandone dell’ottima compagnia non ho potuto evitare di fare un salto da Game Stop per procurarmi una copia di Detroit Become Human e passando da Pull and bear un paio di outfit perfetti per il resto della giornata.

La sera i festeggiamenti non potevano mancare e abbiamo passato una piacevolissima serata tra risate e buon cibo.

giorno 2.jpgGiorno 3.

Il giorno seguente è stata la giornata di esplorazione, esattamente sul lago di Bracciano. Non era la prima volta che visitavamo le sponde del lago e anche in questo caso ne abbiamo scoperto una nuova spiaggia abitata da cigni.

Approfittandone non soltanto del suggestivo paesaggio ma anche del clima perfetto, abbiamo organizzato un bel picnic sulla riva per poi spostarci al Museo Storico dell’Aereonautica Militare.

Viaggiando fin da piccola ho sempre avuto la possibilità di ampliare la mia visione del mondo e tutto ciò mi è stato concesso grazie a queste meravigliose macchine che con l’avanzare del tempo hanno raggiunto tecnologie avanzatissime, ma è sempre giusto ricordare i progressi fatti, e questo museo rappresenta in pieno questo messaggio.

3.jpgGiorno 4.

Il quarto giorno ci fu il pranzo di famiglia a casa di mia nonna, insieme alla mia dolce metà. Occasioni in cui il tavolo straborda non solo di cibo ma anche di familiari sono sempre momenti di festa.

Nel pomeriggio, andando di nuovo verso il mare, abbiamo fatto merenda insieme a amici per poi andare fuori a cena .

Come ultimo giorno intero non è stato particolarmente pieno ma sicuramente bello da condividere.

5.jpg

Sono state giornate bellissime e il giorno della partenza sembrava non voler arrivare mai, ma alla fine purtroppo questa piccola vacanza familiare è arrivata al suo termine.

Fatemi sapere che cosa ne pensate di questo piccolo diario e delle illustrazioni molto semplici che ho realizzato.

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto.

G.

 

 

 

Advertisements

Degli stivaletti speciali!

A me piace fare shopping, come penso a qualsiasi donna, e di recente ho “riscoperto” lo shopping sull’internet.

In una piccola spesa, fatta più o meno una settimana fa, ho preso un paio di stivaletti veramente comodi e pratici per qualsiasi tipo di outfit.

Ma essendo un capo abbastanza complessi da abbinare spero di potervi dare anche dei consigli utili nel caso foste interessati a un’acquisto simile.

Per questo ho deciso di realizzare un piccolo look book ispirato a questi stupendi stivaletti.

IMG_6743

IMG_6744

IMG_6745

In questo primo outfit ho scelto qualcosa di meno ispirato all’idea con cui ho comprato queste scarpe ma pur sempre, secondo me, azzeccato nel suo insieme.

Il colore principale è ovviamente il grigio perlato degli stivaletti, che ho ripreso sia con i pantaloni tartan di Subdued, che con il basco di Zara. Per spezzare il grigio ho inserito questa maglia asimmetrica di Pull and Bear che in qualche modo mi ricordava lo stile “futureggiante” delle scarpe.

IMG_6726

IMG_6727

IMG_6728

Nel secondo outfit, con colori caldi perfetti per la stagione, ho deciso di ispirarmi al gusto puramente “spaziale” degli stivaletti.

Abbinandoli a dei pantaloni neri fatti  con un materiale molto elastico, trovati su Asos, ho ripreso il colore grigio nelle cuciture della maglia a tema Star Wars per poi riprendere il marrone nel maglione di Promod. Secondo me è un outfit perfetto per ogni tipo di occasione, anche elegante se volessimo aggiungere qualche accessorio.

FullSizeRender

Principalmente uno dei motivi per cui ho preso queste scarpe è che non ne avevo nessun stivaletto con il tacco da 5 cm, quindi non avevo la possibilità di mettere un tacco ” leggero” anche per andare a fare shopping. Invece il secondo motivo è che essendo così particolari, con questo colore non semplice da abbinare, mi è saltato subito alla mente l’iconico design creativo che troviamo nel primo capitolo di Blade Runner. Non so spiegarvelo il motivo per cui mi ricorda alla mente quel tema iconico ma la cosa importante è che adoro i miei nuovi stivaletti!

Voi cosa ne pensate? Sarebbero troppo azzardati per voi? Che ne pensate dei miei outfit? Fatemelo sapere in un commento qui sotto!

Come sempre spero che vi sia piaciuto, a presto.

G.

 

Shopping Estivi

Tutti voi sapete che sono iniziati i saldi, e come ogni brava compratrice compulsiva che si rispetti ho dovuto prendere qualcosa.

Ovviamente prima di andare in giro a prendere la prima cosa carina che vedevo, mi sono fatta un “giro” sul web, per farmi un’idea di cosa potesse interessarmi, e poi ho colpito. Veloce e in dolore.

Il primo negozio in cui sono andata, e che adoro per il suo stile sofisticato e classico, è stato Zara, prendendo due top che non si può non avere nell’armadio. Il primo top è per le stagioni un pò più fresche di adesso, con questo color nude e il choker al collo. Il secondo top è un croptop semplice ma anche un pò elegante con delle decorazioni bianche ai bordi. Ho già avuto modo di metterlo con una lunga gonna nera a vita alta, ed è stato un abbinamento casual ma sempre molto carino.

zara

Da Pull and Bear ho preso questo vestito da tutti i giorni. Ha un taglio molto semplice e ha le maniche con le spalle scoperte. Questo l’ho preso per qui giorni in cui non so cosa mettermi, e va bene per qualsiasi occasione. Per esempio io l’ho messo durante questa sessione di esame ed andava più che bene.

pullandbear.jpg

Poi su Asos ho ordinato tre capi. Due vestitini e un paio di shorts. Il primo vestito è un tubino nero, lungo oltre le ginocchia con uno scollo profondo e un choker al collo. A mio parere penso sia molto versatile in base agli abbinamenti che ci accosti, come un paio di tacchi che lo renderebbero utilizzabile per la sera, o un paio di Vans che lo renderebbe utilizzabile durante il giorno. Il secondo vestito, anche se l’ho preso su Asos, è di Calvin Klein e arriva fino alle ginocchia. Penso che sia adatto come copri costume o per andare a mangiare al mare. Invece gli shorts sono un pò particolari, perché hanno la forma di un paio di semplicissimi calzoncini neri, ma la texture è formata da fasce nere alternate con con tessuto “see through” che li rende molto affascinanti e sexy.

asos.jpg

E ultima cosa ma non meno importante, sono questi sandali di Bata.

Qualche settimana fa mi si erano aperte in due le mie Birkendstock , perché troppo usurate per l’utilizzo. Così al posto di ricomprarne un paio identico ho optato per qualcosa di più femminile. Ormai le ho ai piedi da una settimana, e sono comodissime. Non è il primo paio di sandali che compro da Bata perché sono di ottima qualità. Ve le consiglio!

bata

Per il momento il mio shopping si ferma qui, ma se dovessi trovare qualcos’altro di interessante vi farò sapere. Voi siete già andati a vedere i saldi? Avete preso qualcosa di carino?

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto.

G.