Pollo a dadini saltato in padella.

Per sta sera ho un ricetta nuova per voi, ovviamente non cucinata da me, ma comunque gustosissima.

Visto che ho felicemente notato che avete apprezzato l’ultimo articolo dedicato alla cheesecake giapponese cucinata da mia sorella, ho pensato di sorprendervi con questa ricetta semplice che sta volta sarà cucinata da mia madre.

Gli ingredienti:

  • Petto di pollo 600 g
  • Curcuma in polvere 4 cucchiai
  • Cumino 1 cucchiaio
  • Paprica dolce 1 cucchiaio
  • Riso Basmati 5 tazze da colazione
  • Acqua
  • Olio
  • Sale

La preparazione:

Prima di tutto mettete a bollire l’acqua per poi aggiungere il riso versandolo in 5 tazze da colazione. Poi tagliate il petto di pollo a dadini e mettetelo in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale. Mentre lo cucinate aggiungete 4 cucchiai di curcuma, 1 cucchiaio di cumino e 1 cucchiaio di paprica dolce. Continuate a girare finché il pollo non avrà assorbito completamente la curcuma e sia diventato giallo. Successivamente scolate il riso e servitelo su un piatto insieme al pollo. Buon appetito!

Fatemi sapere nei commenti se vorreste vedere più ricette sul mio blog e spero che anche questa ricetta vi sia piaciuta.

IMG_4148

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto.

G.

Advertisements

Cucina tra sorelle: Cheesecake giapponese.

Non sono mai stata una brava cuoca, con i fornelli ci faccio un piatto di pasta e poco più, ma la mia sorellona non se la cava affatto male. Quindi ho pensato, perché non scrivere delle sue ricette?

Ieri mattina a mia sorella è venuta l’idea di cucinare una torta che qualche tempo fa spopolava su Instagram, la cheesecake giapponese.

La cheesecake giapponese è la classica torta paradiso, soffice come una nuvola, ma davvero difficile da realizzare, così con la fotocamera alla mano ci siamo messe a lavoro.

Gli ingredienti:

  • Formaggio fresco spalmabile a temperatura ambiente 250 g
  • Cremor tartaro 1 g
  • Farina di quella che avete in dispensa 50 g
  • Latte intero a temperatura ambiente 100 g
  • Zucchero 160 g
  • Amido di mais (maizena) 20 g
  • Uova (circa 5) a temperatura ambiente 250 g
  • Burro a temperatura ambiente 100 g
  • Zucchero a velo (facoltativo)

La preparazione:

Per iniziare a preparare la cheesecake giapponese, tenete tutti gli ingredienti a temperatura ambiente. Poi mettete dell’acqua in una teglia capiente e infornatela scaldando il forno in modalità statica fino a 180°, così l’acqua sarà sufficientemente calda per la cottura a bagnomaria del dolce. Poi prendete le uova (a temperatura ambiente) e separate i tuorli dagli albumi, montate gli albumi con il cremor tartaro e aggiungete anche 80 g di zucchero poco alla volta mentre le fruste sono in funzione. Quando il composto sarà ben spumoso spegnete le fruste e pulitele.

In una ciotola versate il formaggio fresco spalmabile, unite quello che vi resta dello zucchero e lavorate il composto utilizzando di nuovo le fruste. Poi versate pian piano il latte a temperatura ambiente mentre continuate a girare.

Quando si sarà assorbito aggiungete anche il burro tagliato a pezzettini, sempre poco alla volta. Dopo che il burro si sarà completamente assorbito, con la fruste sempre in funzione, aggiungete la farina e l’amido di mais. Per girare il composto senza sporcare tappezzare tutta la cucina mia sorella ha preso un foglio di pellicola trasparente da mettere sulla ciotola. Vi consiglio di farlo anche voi se tenete al vostro muro e se dopo non avete voglia di pulire ogni singolo angolo della vostra cucina.

Poi unite i tuorli sempre a temperatura ambiente e continuate a lavorare il composto per farli assorbire. A questo punto, se all’interno del composto ci sono dei grumi di formaggio, potete filtrate il composto in un colino a maglie larghe, questo passaggio è facoltativo.

Versate gli albumi montati nella ciotola un po’ per volta e amalgamateli con un movimento dal basso verso l’alto con una spatola, per non smontare gli albumi.

Alla fine imburrate e infarinate uno stampo alto 12 cm e largo 24 cm e versate il composto. Poi sistemate la pirofila nella teglia a bagnomaria e infornate nel ripiano più basso del forno e cuocete quindi per 20 minuti a 180°, dopo abbassate la temperatura a 160° e proseguite per altri 70 minuti. Una volta cotto spegnete il forno e lasciate raffreddare nel forno socchiuso.

Inizialmente quando la torta ha iniziato a cuocersi si è gonfiata come una nuvoletta, ma poi quando è stato il momento di tirarla fuori dal forno si è rilassato sgonfiandosi, ma da quello che mi ha detto mia sorella non c’è motivo di preoccuparsi perché è normale. Dopo averla tirata fuori dal forno mettete lo stampo in frigorifero per almeno 3 ore, così da farla rassodare. Dopo se volete potete spolverarla con dello zucchero a velo oppure metterci mezzo chilo di Nutella. E la cheesecake giapponese è pronta!

File_000

Fatemi sapere nei commenti se vorreste vedere più ricette sul mio blog, e date un’occhiata alla pagina di mia sorella Gaia.

Come sempre spero che i mio articolo vi sia piaciuto, a presto.

G.

 

My Xmas!!!!

Christmas is past, and we approach the New Year and Epiphany! After the summer the period of Christmas is my favorite.

natale.jpg

One of the things I love about Christmas is to see the house with all the decorations. My mother is very keen to holidays decorations and every year transforms the house in the Santa Claus’s village! It’s all very cute!!!!

And then comes the Christmas morning when we open the presents. We sit all around the tree and we open our presents together. It’s a great tradition!

reagli.jpg

This year, as always, I received the wonderful gifts!

From my little sister a new sketch book, from my parents I received the book of the film Fantastic Beats, a bronze handbag and a new palette from Too Faced, that I’m in love with!!!! What did you receive fore Xmas?

Another thing I love about Christmas are the dinners with friends and relatives!

15801670_1412560672088386_937141341_n.jpg

Were we eat tortellini in brodo, lasagne, bollito, panettone, pandoro and a lot of sweets!

I hope you’ll like this blog, let me know your impressions,

G.