La Guerra Infinita dove però finiscono tutti.

Ormai il disastro che si era perpetrato a New York è solo un lontano ricordo perché adesso i nostri eroi dovranno vedersela con uno dei più spietati e psicotici villain Marvel: Thanos.

Tra New York, Sokovia, il Wakanda e Asgard i nostri super eroi preferiti ne hanno combinate di cotte e di crude riducendosi a battersi tra di loro, ma oltre a Loki e Ultron ancora non avevano conosciuto la vera causa di tutti i loro misfatti.

Thanos, o anche chiamato il “titano pazzo”, fin dal primo capitolo di questa vicenda (anche se da dietro le quinte)  intende farsi carico di dimezzare la sovrappopolazione dell’universo utilizzando le gemme dell’infinito.

Come prologo promette bene, e cosa ci potremmo mai aspettare da tali premesse?
Scene epiche e animazioni in CGI uniche per un film che apparentemente promette tanto, ma si prende TUTTO!

Il film è incentrato specialmente nell’analizzare il nuovo villain della situazione e questo permette allo spettatore ignorante rispetto ai comic books (come la sottoscritta) di capire con che tipo di personaggio abbiamo a che fare. Percependolo a tal punto da immedesimarci in lui tentiamo di comprendere le motivazioni che lo spingono a compiere tali azioni riprovevoli.

FERMI! Se non avete ancora visto questa pellicola allora vi sconsiglio di continuare la lettura di questo articolo. Volente o nolente mi piacerebbe parlare di tutti gli aspetti che per molti fan, non soltanto del mondo fumettistico, hanno denominato questo progetto un “capolavoro cinematografico”.

Per tutti gli altri possiamo continuare…

Thanos-avengers-infinity-war-1-and-2-40877498-500-194.gif

Di cosa vorrei parlarvi? In questo nuovo capitolo sono successe veramente moltissime cose in tanti background differenti, cose che hanno reso la vicenda non soltanto movimentata ma che ci hanno offerto una chiave di lettura ottimale per percepire l’angoscia nel sapere di dover affrontare un nemico così pericoloso.

Ma non è solo il pericolo che arriva dritto allo spettatore ma è anche la preoccupazione nel sapere che i nostri paladini, in cui ormai ci rispecchiamo, rischiano di implodere in un impero cinematografico nato per semplice intrattenimento.

Catturando tutta l’attenzione critica dello spettatore che già sa che “qualcuno ha dà morire”, i dubbi iniziano a venire a galla.

La prima morte, ovvero quella di Loki, aveva lasciato un margine di speranza per chi aveva predetto lo sterminio di massa ma involontariamente l’azione è andata sempre più a degenerarsi.

Per esperienza anche se non sono “massima esperta” so che nell’universo fumettistico gli eroi possono morire come mosche ma fino ad ora, sul grande schermo Marvel, la morte sembrava essere un argomento profano e intoccabile al quale i nostri protagonisti dovevano mettere una giusta distanza. Ma non sta volta!

La morte permea i nostri protagonisti che dopo innumerevoli episodi, in cui avremmo voluto vederli combattere insieme, è troppo tardi e il loro intervento si rivela nullo contro la personalità disturbata di Thanos.

Le mie aspettative sono state ben più che riscattate, e dopo la morte (momentanea) di ben 14 membri del cast non so ancora bene se sono uscita euforica o angosciata dalla sala del cinema.

Adesso ditemi la vostra perché sono davvero curiosa di cosa ne pensate di questa pellicola.

Cosa ne pensate dell’illustrazione che ho usato come copertina? E’ di un illustratore davvero abile e che merita di raggiungere una certa notorietà, quindi vi consiglio di dare un’occhiata alla sua pagina Instagram.

njvrlvrn

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto.

G.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s