Quando la Guerrilla Games ti sconvolge!

Soltanto otto mesi sono passati dall’uscita di Horizon Zero Dawn, ultimo capolavoro di Guerrilla Games in esclusiva per PS4, e già possiamo godere di Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds. Diamogli un’occhiata.

05-2-2060x1159

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds espande la mappa di gioco base con un’area molto grande e raggiungibile seguendo la strada maestra nord orientale. Aloy, come sempre, non si ferma di fronte a nulla e a nessuno neppure all’evidenza del fatto che quella strana regione che riposa oltre lo Squarcio sia infestata di pericoli.

Il primo insediamento abitato da temerari Banuk ci rende a conoscenza di quella che sembra delinearsi come una nuova minaccia per la poca umanità rimasta in vita sul pianeta. Un vulcano attivo presso cui vivono e proliferano terribili biomacchine mai viste prima.

Se come me foste amanti della bellissima ambientazione di Horizon Zero Dawn, troverete che la regione dello Squarcio siano semplicemente meravigliose. Un’atmosfera in continua  penombra o eterno crepuscolo e quando cala la notte, la volta celeste si illumina di costellazioni e l’aurora boreale dipinge dei suoi colori sfumati grandi tratti del cielo, lasciandomi davvero meravigliata.

horizon-zero-dawn-the-frozen-wilds-screen-1-3.jpg

Contemplando questo scenario non si può applaudire al lavoro di Guerrilla Games nel trasmettere la durezza e la bellezza di questa nuova parte esplorabile.

La mappa di The Frozen Wilds equivale a quella di una regione del gioco base. E’ davvero grande, ma quel che importa è che non si tratta di un semplice fazzoletto di terra da cui trarre pochi vantaggi. Sto parlando di una vera regione di gioco in aggiunta con un’avventura ad essa dedicata, sotto-trame, incarichi, missioni di caccia e non meno di una decina d’ore in cui perdersi. Fantastico!

In Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds anche a livello di gameplay troviamo qualche novità. Aloy, adesso, può attingere da nuovi materiali da riforgiare, nuovi elementi ottenibili e scambiabili, nuove armature, armi, oggetti di varia utilità. Anche le mostruose bio-macchine che abitano Lo Squarcio sono diverse dalle solite a cui sono stata abituata. Per fare fronte a queste, gli sviluppatori hanno pensato bene di dotare Aloy di nuove abilità che possano aiutarla a contrastare le nuove minacce.

Tecnicamente parlando mi sono trovata di fronte ad un’espansione e per questo poco o nulla è variato nel comparto visivo. Però quello che salta subito all’occhio è lo stile che pervade tutta la nuova ambientazione, che impiegando svariato tempo nell’esplorazione ho notato essere veramente permeante.

Sul fronte della giocabilità è sempre divertentissimo e giocoso, e mi sono felicemente accorta di un miglioramento nelle espressioni dei personaggi e questo non può che far bene alla complessività di questo solido, corposissimo e ben realizzato, DLC (meglio dire espansione vista la mole di contenuti) che è sicuramente imperdibile se aveste apprezzato il gioco di base come me.

horizon_zero_dawn_the_frozen_wilds_1

Cosa aspettate a metterci le mani su Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds? Io ci tornerò sicuramente appena finito di rileggere questo articolo.

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto.

G.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s